Per molti anni falchi e falconieri sono stati dimenticati

corsi di falconeria
Oggi quest'arte è aperta a ragazzi ed adulti, che possono apprendere le basi della falconeria, la storia, la biologia, gli strumenti, le diversità fra rapaci notturni e diurni e la differenza fra rapaci di alto volo e basso volo.

 

I corsi, che comprendono l'approccio teorico e quello pratico,avranno una durata complessiva di tre mezze giornate, più due giornate intere, le cui date verranno concordate con gli allievi. Durante i corsi la nostra associazione metterà a disposizione i propri rapaci, evitando così l'acquisto di animali, senza sapere prima a cosa si va incontro. A fine corso verrà rilasciato un Attestato di partecipazione riconosciuto da CONI e CSEN.

La nostra associazione si occupa tutt'ora di accogliere scuole, istituti, centri, .. per gite scolastiche a scopo didattico e dare la possibilità anche ai più piccoli di intraprendere questa nobile arte, con l'interazione dei rapaci, immersi nella natura.

Le origini della falconeria si perdono nella preistoria ma è verosimile che le tecniche per addestrare uccelli da caccia, siano state “inventate” indipendentemente in due o più luoghi diversi, probabilmente nell’Estremo Oriente o nel Medio Oriente.La più antica testimonianza che possa essere considerata certa è un bassorilievo che illustra il falconiere col suo falco trovato nelle rovine di Khorsabad che  risale al regno del re Assiro Sargon vissuto intorno al 750 a.C. Forse i primi ad addestrare falchi  da caccia sono stati i pastori mongoli, ma è possibile che le tribù arabe abbiano tradizioni altrettanto antiche.

La definizione classica del termine  falconeria è : caccia col falco.
Praticamente è quello che il falco farebbe in natura.L’unica differenza tra un  rapace da falconeria e un rapace selvatico  è che il primo ha imparato ad accettare il  falconiere come suo compagno nella  caccia. Il falconiere non insegna al suo  rapace nè a cacciare, nè a volare nè a  uccidere, queste sono tutte cose che il rapace fa già per suo istinto e sono scritte nel suo dna. Il falconiere si limita ad  insegnare al rapace a stare con l’uomo, rispondendo ai suoi richiami e dà al  rapace la possibilità di fare esperienza, affinare la sua tecnica di volo e di caccia.

La vera falconeria non è solo tenere un  rapace in cattività, ma è compito del  falconiere quello di far volare libero l’animale e permettergli di cacciare nelle migliori condizioni.